Logo della regione veneto
Puntodigitalefacile
Sai come attivare il tuo SPID? Ti piacerebbe capire se una informazione trovata in Internet è vera o falsa? Sai che cos’è la CIE? Lo sapevi che è possibile delegare un familiare per l’accesso alla tua cartella sanitaria? Sai effettuare un pagamento on-line in sicurezza?
I nostri facilitatori ti daranno le risposte a queste e ad altre domande sul mondo digitale e sui servizi che puoi trovare online, presso il Punto Digitale Facile piú vicino a te!

Cos’e un Punto Digitale Facile?

Il Punto Digitale Facile è un luogo fisico e on line, in cui potrai avere supporto e formazione per gestire la tua identità digitale, navigare in rete, riconoscere le fake news, effettuare chiamate o videochiamate, fare acquisti online, utilizzare i propri servizi bancari, l’App IO, accedere all’Anagrafe della Popolazione Residente e molto altro ancora.
Questo servizio è gratuito e non ti verrà fornita una semplice assistenza tecnica, ma vera e propria facilitazione digitale, con l’obiettivo di renderti autonomo e accrescere le tue competenze digitali.

A chi si rivolge

Il servizio è rivolto a tutti i cittadini dai 18 anni compiuti, che abitano o visitano il Veneto.

Come accedere al servizio?

Consulta la mappa dei Punti Digitale Facile per scegliere il piú vicino a te

Una Rete di Punti a tua disposizione

250 Punti con centinaia di “facilitatori” in tutto il Veneto ti potranno aiutare grazie al Progetto “Rete dei Punti di Facilitazione” l’iniziativa promossa dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio per potenziare le competenze e l’inclusione digitale di almeno 188 mila di cittadini Veneti entro il 2026.
Il progetto rientra nella Missione 1 del PNRR ed è destinato a supportare le fasce della popolazione più esposte ai rischi del digital divide culturale che attualmente allontana l’Italia dalla media europea e vede solo il 46% della popolazione in possesso delle competenze digitali di base, a fronte del 54% della media UE.
Con il supporto del Dipartimento per la trasformazione digitale, tutte le Regioni hanno firmato i Piani operativi. Enti locali, del terzo settore e Comuni verranno ora coinvolti attraverso bandi regionali, con il supporto delle in-house, per l’apertura dei Punti di facilitazione su tutto il territorio italiano.
“Con la firma dei Piani operativi da parte di tutte le Regioni entriamo nel vivo di un progetto fondamentale per la digitalizzazione del Paese. Grazie alle risorse del Pnrr, che per questa misura mette a disposizione 135 milioni di euro, l’obiettivo è creare 3mila presìdi in tutta Italia, sia fisici che itineranti, per diffondere la cultura digitale, contrastare il digital divide e favorire l’inclusione delle categorie più fragili. Dall’utilizzo dell’App IO all’Anagrafe digitale, ma anche gli adempimenti fiscali o gli acquisti online. Grazie al lavoro dei facilitatori puntiamo ad aumentare le competenze digitali di base di 2 milioni di cittadini entro il 2026” commenta il Sottosegretario con delega all’Innovazione tecnologica, Alessio Butti
Il Progetto
Il progetto, in attuazione della Misura 1.7.2 del PNRR e in coerenza con la strategia digitale della Regione del Veneto, prevede la creazione di Punti Digitali Facili e si pone l’obiettivo di raggiungere un cospicuo target di persone attraverso l’erogazione di servizi di accompagnamento e formazione in ambito digital.
L’iniziativa è volta a creare una rete capillare e strutturata di punti di facilitazione che possa costituire sul territorio del Veneto un punto di riferimento per la cittadinanza, in materia di servizi e competenze digitali.

Gli obiettivi specifici del progetto consistono nell’ accrescere le competenze digitali di circa 188.000 cittadini entro il 2025, favorendo l’alfabetizzazione digitale, al fine di consentire la diffusione dell’utilizzo dei servizi digitali della PA, incentivando e potenziando l’uso dei servizi online. Il fine è quello di fornire assistenza e supporto ai cittadini nell’utilizzo di piattaforme e strumenti così da promuovere l’esercizio del diritto di cittadinanza e l’inclusione sociale, colmando il digital divide attualmente esistente.

I servizi erogati
Presso i Punti di facilitazione i cittadini verranno formati dai facilitatori digitali, che possono essere dipendenti pubblici oppure operatori del terzo settore. Per permettere a tutti i facilitatori di svolgere al meglio il proprio ruolo, il Dipartimento ha previsto percorsi formativi volti a sviluppare le competenze specifiche necessarie. Presso i Punti di facilitazione digitale i cittadini potranno ricevere un aiuto per accedere ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione, come l’App IO, la piattaforma pagoPA, l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente e il Fascicolo sanitario elettronico, ma riceveranno un supporto pratico e dedicato anche su altri servizi, come la dichiarazione dei redditi precompilata, l’abbonamento per il trasporto pubblico locale, i servizi previdenziali o quelli assistenziali.
L’iniziativa prevede attività finalizzate a raggiungere il livello di base di competenze digitali nella popolazione richieste per il lavoro, lo sviluppo personale, l’inclusione sociale e la cittadinanza attiva, come definito dal modello europeo DigComp.
I partner del Progetto

“Loghi dei partner cliccabili con rimando ai loro siti aziendali/istituzionali”

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per ottimizzare la navigazione e i servizi offerti, cliccando il pulsante accetta acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per informazioni sui cookie utilizzati in questo sito visita la nostra pagina privacy policy cookie policy.